Anna Ferrari

Intervista su “Un libro per Guarire” il libro di Anna Ferrari

di Stefania Alieri

Anna Ferrari è nata a Milano, ora vive in provincia con suo marito, il suo cane, la sua gatta e i suoi cactus. Ha una grande passione per i libri e la lettura: è difficile vederla senza un libro in mano. Le piacciono i grandi romanzi, le short stories, narrativa inglese, americana e russa. Studia poi con piacere saggistica e critica letteraria riguardanti le fiabe, i miti, il linguaggio, le forme letterarie. Coltiva con impegno le lingue classiche. È insegnante di lingua e letteratura inglese in un liceo, e, nonostante tutto, ama ancora molto il mestiere; tiene periodicamente corsi di formazione, l’ultimo su Delitto e Castigo di M. F. Dostoevskij. Ha fatto per molti anni l’editor e la consulente editoriale per Zanichelli, Garzanti, Le Monnier, Mondadori, Signorelli, Teti edizioni, Sperling e Kupfer. Ha un sito web, www.ferrarianna.com, e sul blog Lo Scriptorium argomenta di libri e di ciò che li riguarda.
Quando non legge, scrive, rigorosamente a mano.
Piuttosto riservata, ha gusto tuttavia per la buona compagnia; fa (faceva, ahimè) lunghe passeggiate con Hazel, il suo cagnolino, spesso popolate dalle sue storie.

 

D: Anna può veramente un libro guarire?

R: Per la mia esperienza sicuramente. Sono anche convinta, però, che possa valere per chiunque. Quando ho ritrovato “il libro” avevo fatto un primo percorso psichiatrico che mi aveva tolto il manto nero della depressione profonda, ma era un momento molto delicato: ora dovevo camminare con le mie gambe. Non ci ho neppure pensato: la mia rinascita passava per il libri, i miei compagni di vita. Ho quindi poi pensato che altre persone avrebbero potuto avere bisogno di un aiuto per “guarire” dalla tristezza, e così ho scritto “Un libro per guarire. Quando leggere cura l’anima”.
Leggere è un attività che penetra a fondo nella nostra anima/psiche/inconscio. Ogni volta riesce a coinvolgerci perchè tocca parti di noi sensibili a quello specifico argomento. Si mette quindi in moto un meccanismo di interrogazione su se stessi che porta alla consapevolezza e quindi alla serenità psichica. Inoltre quando leggiamo siamo soli con noi stessi, diamo vita all’immaginazione, all’intuito, alla capacità deduttiva, a quella analitica, sentiamo diversi sentimenti, tutte attività vitali che allontanano la tristezza, per sempre.

D: La tua esperienza personale, un tratto di vita. Perche hai pensato di farlo diventare un libro?

R: Non è stato immediata questa scelta, in genere sono piuttosto riservata e non parlo volentieri di me. Ma in questo caso sentivo che dovevo raccontare la mia disavventura, troppo era stato il dolore, era ora che cominciassi a esorcizzarlo per non farlo più tornare a perseguitare i miei sonni.

D: Nel libro ti riferisci a diverse personalità, quale di questa ti rispecchia di più e perche?

R: Non c’è dubbio che sia la scrittrice inglese Antonia S.Byatt. Anche il primo libro che ho letto dopo il tunnel della depressione era suo. La Byatt riesce a narrare con una spiccata capacità di creare una realtà completa, e io mi ci perdo, mi immedesimo nei suoi personaggi, imparo leggi di vita da alcune sue affermazioni. Per esempio, una delle protagoniste del romanzo “La donna che fischia”, credo, dice più o meno così: Se in questa università gli studenti sono più importanti dei libri, io me ne vado. Questa affermazione è diventata una priorità nel mio mestiere di insegnante.

D: Questa storia è finita o avrà un seguito?

R: Potrebbe avere un seguito, magari troverò il coraggio di parlare più a lungo della depressione di modo che anche altri si sentano compresi, e possano stare meglio.

D: Potrà secondo te un lettore rivivere la tua esperienza adattata al suo percorso di vita?

R: Mi auguro di sì, che altri possano ritrovare la gioia di vivere aiutandosi con i libri, qualsiasi esperienza abbiano avuto, non necessariamente simile alla mia. Mi piacerebbe molto dare loro altri consigli di lettura.

 

I libri di Anna Ferrari :

Anna Ferrari

Intervista su “Un libro per Guarire” il libro di Anna Ferrari

di Stefania Alieri Anna Ferrari è nata a Milano, ora vive in provincia con suo marito, il suo cane, la sua gatta e i suoi cactus. Ha una grande passione per i libri e la lettura: è difficile vederla senza un libro in mano. Le piacciono i grandi romanzi, le short stories, narrativa inglese, americana […]

0 comments
Piccole Narrazioni di Anna Ferrari

Piccole Narrazioni di Anna Ferrari

 

  Piccole Narrazioni di Anna Ferrari. Gli otto racconti contenuti in “Piccole narrazioni” condividono il pensiero di George Eliot contenuto nell’epigrafe: così come al mondo ci sono grandi personalità, esistono pure persone comuni meritevoli di altrettanta attenzione. Persone come te, come me, come tutti. I racconti hanno ognuno uno stile differente, sebbene appartengano al mio […]

0 comments
UN LIBRO PER GUARIRE. Quando leggere cura l’anima di Anna Ferrari

UN LIBRO PER GUARIRE. Quando leggere cura l’anima di Anna Ferrari

 

  UN LIBRO PER GUARIRE. Quando leggere cura l’anima di Anna Ferrari. All’inizio scrivevo queste note per me sola. Era un momento difficile della mia vita, stavo rinascendo dopo un periodo di buio, dove avevo perso contatto con la realtà a tal punto che non riuscivo più a pensare, né a leggere, attività che era, […]

2 comments
Insondabile destino di Anna Ferrari

Insondabile destino di Anna Ferrari

 

  Insondabile destino di Anna Ferrari. Circa 1000 anni prima di Cristo, in un villaggio d’Irlanda, vivono Ynyr, Una e Gwyny, la loro primogenita. La quiete della famigliola è sconvolta dalla morte di Una nel dare alla luce la piccola Oonagh. Intanto, ai giorni nostri, la professoressa Beatrice Sensi sta indagando su uno straordinario reperto […]

0 comments

Contatta Anna Ferrari :

Email Chat social-facebook-box-blue-icon    

Autore dell'articolo: Administrator

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *