Salvatore Falzone

Intervista a Salvatore Falzone di Stefania Alieri

di Stefania Alieri

Salvatore Falzone, educatore professionale ed esperto in alfabetizzazione linguistica, ha prestato la sua attività presso l’Istituto Testasecca di Caltanissetta per conto della coop soc. “Iopervoiperio” nell’ambito del Progetto “RI.VI.T.A.” (Riabilitazione ed Integrazione per le Vittime di Torture e Abusi) del Fondo Europeo per i Rifugiati e del Progetto “Silver”, acronimo di “Soluzioni innovative per la Vulnerabilità e il Reinserimento Sociale dei Migranti” del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione.
E’ al suo terzo libro dopo aver pubblicato: “Nel nostro tempo tra terrorismo e conflitto israelo-palestinese”, ed Bonfirraro, 2007, “L’intreccio del Medio Oriente: Israele-Libano-Palestina”, ed Lulu, 2015.

 

D: Iniziamo con una classica domanda . Chi è Salvo Falzone scrittore?

Sono una persona impegnata nel sociale, sono un educatore professionale, ho prestato la mia azione in vari progetti sociali. Sono una persona semplice, nutro una passione per la lettura, amo la natura.

D: LUIGI XVI un dramma che ti ha colpito a tal punto da scriverci un libro? perche?

Sono stato sempre affascinato dalla storia: fin da bambino amavo leggere e immergermi nei fatti storici, volevo capire le varie evoluzioni della civiltà umana. Un particolare interesse lo riservavo al Medio Oriente e alla Francia. Rimanevo incantato nel leggere la storia di Francia del 1789, di Luigi XVI e Maria Antonietta. Eppure il finale non mi piaceva, sentivo che mancava qualcosa: perché i sovrani di Francia vennero ghigliottinati? Da nessuna parte leggevo che il Re era un crudele tiranno.
Vi era un salto, quasi una mancanza di coordinamento tra le varie fasi storiche: prima e durante la rivoluzione. Mi ponevo la domanda: chi erano veramente Luigi XVI e Maria Antonietta? Così ho deciso di scrivere per confutare, in maniera personale, quella interpretazione storica
tradizionale che vede Luigi XVI un uomo di scarsa intelligenza politica e di uomo debole, eternamente indeciso.
Cerco di far emergere la figura del Re Luigi XVI in maniera diversa dal classico giudizio che il ‘900 ci ha lasciato, oggi mitigato con muove interpretazioni storiche. Non si tratta di una biografia in senso stretto, cerco di allargare il raggio nel quale Luigi XVI e, inevitabilmente, Maria Antonietta dovettero operare in un ambiente spesso ostile e ipocrita.

D: Esiste un legame tra i tuoi precedenti libri e l’ultimo?

No. I primi due sono dedicati alle tematiche del Medio Oriente, in particolare alla situazione geopolitica in quella area delicata tra Israele, Palestina e Libano.

D: Luigi XVI avrà un seguito?

Sì, certamente.

D: Quali progetti futuri attendono Salvo Falzone?

Sto già lavorando ad un nuovo testo su un fatto determinato che rappresenta una parte fondamentale del dramma cioè lo scandalo della collana.

___________________

I libri di Salvatore Falzone:

Salvatore Falzone

Intervista a Salvatore Falzone di Stefania Alieri

di Stefania Alieri Salvatore Falzone, educatore professionale ed esperto in alfabetizzazione linguistica, ha prestato la sua attività presso l’Istituto Testasecca di Caltanissetta per conto della coop soc. “Iopervoiperio” nell’ambito del Progetto “RI.VI.T.A.” (Riabilitazione ed Integrazione per le Vittime di Torture e Abusi) del Fondo Europeo per i Rifugiati e del Progetto “Silver”, acronimo di “Soluzioni […]

0 comments
Il dramma di Luigi XVI. La tragedia del Re e della famiglia reale di Salvatore Falzone

Il dramma di Luigi XVI. La tragedia del Re e della famiglia reale di Salvatore Falzone

Il dramma di Luigi XVI. La tragedia del Re e della famiglia reale di Salvatore Falzone. Il testo ha come protagonista lo sfortunato Luigi XVI, re a venti anni, che fu detronizzato dopo diciotto anni di regno e condannato alla ghigliottina il 21 gennaio 1793. L’autore accompagna il Re nelle varie vicende umane, sociali, familiari […]

0 comments
Contatta Salvatore Falzone:
 

Autore dell'articolo: Administrator

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *